Exotic
di redazione 30 Gennaio 2019

Abbiamo fatto un pranzo iraniano insieme ai BowLand

Siamo stati a Firenze, a casa dei BowLand e abbiamo mangiato parecchio bene.

In cucina dai Bowland.

Nell’ultima edizione di X Factor di quest’anno nella squadra di Lodo Guenzi, giudice di supplenza al posto di Asia Argento, abbiamo avuto il piacere di conoscere e ascoltare la sola band che senza mai stra fare ci ha incantato fino all’ultima puntata al Mediolanum Forum, classificandosi quarta come conclusione degna del loro percorso televisivo. Vengono dall’Iran e si chiamano BowLand che in farso, lingua iranica, significa “alto”; non potevano usare epiteto migliore per descrivere le sonorità e le atmosfere che solo loro sanno creare. Noi li abbiamo incontrati a Firenze qualche giorno fa, e oltre ad aver appurato come la musica sia la loro innata vocazione, abbiamo scoperto che anche in cucina ci sanno fare, preparandoci un vero e proprio pranzo in stile persiano.

Exotic from Iran

Quando entriamo in casa loro, c’è Pejman ai fornelli, che sta cucinando per tutti e il profumo è qualcosa di delizioso. Leila ci spiega che il primo piatto che assaggeremo va mangiato con il cucchiaio e che la forchetta, secondo la loro tradizione serve solo per accompagnare il cibo nel cucchiaio. Andiamo ad assaggiare il Mirza Ghassemi.

 

Mirza Ghassemi 

Piatto a base di melanzane di origine iraniana viene catalogato come antipasto; esiste anche la variante con le zucchine che viene chiamata Kadoo Ghassemi. Gli ingredienti che vengono usati per ottenere questo delizioso entrée di origini persiane oltre alle melanzane, protagoniste indiscusse del piatto, sono aglio, pomodoro, curcuma, olio o burro, sale e pepe il tutto legato assieme dalle uova. Per preparare questo piatto basta avere una casseruola piuttosto capiente dove condire le melanzane con tutti gli ingredienti sopra citati e servire sul finale con pane o riso, accompagnatori tipici dei piatti medio orientali.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da irantourplanner (@irantourplanner) in data:

 

Il secondo piatto che ci fanno assaggiare è un must della cucina persiana e quando arriva in tavola, ci domandiamo se sia una specie di torta salata di riso. Saeed ci risponde: “Beh, se volete chiamarla così… per noi questo è il riso!”. La crosta è spessa, sembra un enorme panino ed è buonissimo.

Zereshk Polo

Piatto iraniano comunissimo, il Zereshk Polo viene tradotto letteralmente come pollo con riso e crespino, dove per crespino si intendono delle bacche rosse che si ricavano dalla pianta Berberis vulgaris, le quali vengono poi essiccate e aggiunte come condimento al piatto, buone e belle da vedere. Dentro lo Zereshk Polo tra gli ingredienti troviamo anche: riso basmati, petto o coscia di pollo, cumino, zafferano sciolto in acqua, cipolle, sale e pepe. Buono e spezioso!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da آشپزی/غذا/دسر (@raze_ashpazi) in data:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >