Ristoranti
di redazione 3 Marzo 2020

La Fortuna di poter assaggiare la Cucina Dinamica di Simone Livraghi

Qualche giorno fa ci siamo recati a Campagnola Cremasca, a due passi da Crema e a meno di un’ora da Cremona, per andare ad assaporare La Fortuna Cucina Dinamica.

Nasce come bar – trattoria nel lontano 1974 dai genitori di Luca Mariani, che nel 1988 subentra insieme alla moglie Sonia; vent’anni dopo, oltre ad un restauro importante dell’intera struttura, Luca decide di iniziare un percorso di studio e ricerca nel campo dei lievitati. È nel 2013 che arriva un’altra importante novità, che porta il nome di  Simone Livraghi, lo chef che da quell’anno guida la cucina di Fortuna.

Al nostro ingresso l’accoglienza è garbata e attenta ai dettagli, in uno spazio moderno ma che allo stesso tempo di fa sentire a tuo agio. Luca ci accoglie e ci racconta qualcosa in più sulla storia del suo ristorante e traspare dai suoi occhi e dalle sue parole che sta parlando di casa, di famiglia, di un progetto che accuratamente nutre da tanti anni. La Fortuna è menzionata anche sulla Guida Michelin 2020 e i piatti che siamo andati ad assaggiare nel corso del pranzo sono stati un’ ulteriore conferma delle informazioni che avevamo a nostra disposizione, a partire dagli assaggi di benvenuto.

Da questo pranzo così speciale abbiamo capito almeno un paio di cose molto importanti quando si tratta di ristorazione. La prima è che si può fare una cucina di alto livello insieme a costi che rientrano nella norma (la carta del ristorante con i suoi prezzi ci ha piacevolmente sorpreso). La seconda è la giusta chiave di lettura che lo chef  Simone Livraghi vuole dare ai suoi piatti: si può sperimentare con tanti ingredienti diversi senza però stravolgerne i sapori, mantenendo la loro essenza e cercando di renderli condivisibili e apprezzabili ad un ampia collettività, attuando una specie di piccola terapia per le pupille gustative. Ora vi facciamo vedere perché.

Lievitato “Evergreen”: Broccoli, acciughe del Cantabrico, olive di Gaeta, stracciatella di Paestum, basilico

Dalla carta delle “Pizze” ci viene presentato questo piatto che è un tripudio di verde ma sopratutto di fragranza. La base di cereali rientra tra i pani più soffici e bilanciati che abbiamo mai provato; l’accostamento di broccoli, olive e stracciatella di Paestum poi fanno il resto da soli.

Tartare di capesante con carote gialle, maionese di corallo e liquirizia 

Leggerezza dei sapori e un’oculata cura dei dettagli sono la base di questa portata. La carota gialla fa da barca ad una tartare di capesante che ti fa fare un tuffo nel mare anche se sei lontano. L’impressione che questi piatti ci danno è che nulla viene lasciato al caso, la combinazione dei sapori è studiata al dettaglio per dare al cliente il miglior risultato anche in una portata così piccola.

Millefoglie di baccalà mantecato con bergamotto, broccoli e aglio nero

Questo è stato il primo colpo di fulmine dell’intero pranzo: al di là della reazione immediata che ti suscita la vista dell’impiattamento (bellissimo) facciamo fatica a mettere in parole la morbidezza e il bergamotto che ti si scioglie in bocca in questo taco versione millefoglie. E’ stato un piccolo miracolo riuscirlo a fotografare prima di mangiarlo in un sol boccone.

Battuta di Fassona piemontese, zuppa di pomodori e rape, miso e bergamotto 

I crudi sono una punto forte della cucina di Simone: se delle capesante ci aveva conquistato la delicatezza,  nella battuta di Fassona i gusti sono più decisi, a dare carattere ad un taglio di carne che deve essere valorizzato al meglio. Missione compiuta.

Risotto all’onda alla barbabietola, fonduta di comté e grue di cacao

Vi diciamo solo che una volta pulito l’intero piatto ci è stato portato anche il resto del tegame da condividere (un sogno che si avvera per noi in un ristorante!). Può essere una descrizione sufficiente? Assolutamente sì. Il cacao da quel tocco che non ti aspetti.

Maialino da latte cotto basso e poi arrostito, arancia, sedano rapa e miso

Il rumore della crosta di questo maialino è stato il primo segnale che ci ha fatto capire la cottura perfetta della carne. Un piatto contenuto nelle dimensioni che ti farebbe venire di voglia di chiederne ancora un po’ (e scoprire il segreto di come cuocerlo così bene).

Semifreddo al mango con nemelaka al caramello, gelato al fior di latte

Si apre il grande scenario dei dolci, e come ogni cucina che si rispetti è qui che si chiudono i conti finali. Il semifreddo al mango è perfetto per i palati che amano il dolce in quanto tale, naturalmente zuccherino e soprattuto fresco.

Tiramisù

Quando ce lo presentano lo introducono come “la nostra versione del tiramisù” e di tutte le versioni alternative che ci sono state propinate negli anni del dolce italiano più famoso in assoluto, al momento quello della Fortuna Cucina Dinamica non ha eguali.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >