Libri
di Stefano Disastro 20 Marzo 2020

“Tokyo Stories”, il libro sulla cucina giapponese più bello che c’è

State cercando il libro di cucina da regalare al vostro amico designer/grafico che ama il Giappone? Eccolo, l’avete trovato: “Tokyo Stories: Storie e ricette giapponesi” di Tim Anderson, uscito in Italia per EDT edizioni. (Come dite? Il vostro amico non è un designer/grafico ma ama tantissimo il Giappone? Sì, questo libro va benissimo anche per lui. Questo libro va benissimo per tutti da quanto è bello…).

L’Italia ha sempre avuto un forte legame con il cibo e la cultura nipponica. Dagli anni ’70 siamo stati educati per parecchie ore al giorno a cartoni animati giapponesi. Abbiamo familiarizzato insomma con l’immaginario del Sol Levante, tanto che quando sono arrivati i primi ristoranti di sushi nella nostra conservatrice Penisola vi ci siamo fiondati senza remore. Così tra un uramaki e una tempura, un temaki e un tiger roll, abbiamo creduto che l’intera cucina Giapponese fosse quella presente nei menu dei nostri ristoranti di sushi. E lì ci siamo fermati. E non servivano i racconti di viaggio dei primi fortunati amici che tornavano da Tokyo e ci raccontavano meraviglie e ci mettevano in guardia sulla nostra parziale ignoranza (“…guarda che in Giappone mica tutti mangiano solo sushi, anzi…“), noi restavamo convinti di avere in mano la chiave delle cucine di tutto il Giappone.

Per fortuna dopo anni di sushi all you can eat e video e viaggi e racconti di prima o seconda mano, ce ne siamo fatti una ragione che il Giappone è un intero mondo che non si finirà mai di scoprire e conoscere, figuriamoci poi dal punto di vista del cibo. In molti editori hanno capito che lì c’era una vera e propria miniera, se non d’oro, perlomeno di contenuti e curiosità, ovvero una ricchezza che andava esplorata e condivisa.

Così di libri sulla cucina giapponese ne sono usciti un bel pò negli ultimi anni, non ultimo , che è praticamente una bibbia, “Il Ricettario del Giappone” (edizioni L’Ippocampo) .
Fino a questo ‘Tokyo Stories’ di cui vi scrivo giusto due righe qui (ma che vi invito a scoprire da voi, facile, il link per l’acquisto è sotto)

Una grafica pazzesca: pop, chiarissima, elegante (e il refilo delle pagine fucsia mi fa impazzire), che vi farà prendere in mano il libro e dire subito “wow”. Il secondo “Wow” sarà per la qualità sia delle foto che di stampa (davvero top) e poi gli occhi si riempiranno subito di ricette e curiosità e li sarete perduti per sempre.
Una nota di merito va anche a come il libro è strutturato. Invece di utilizzare la classica suddivisione a capitoli: colazione, pranzo, cena (oppure antipasti, primi, secondi, dolci), questo libro passa in rassegna la cultura gastronomica di Tokyo in un ipotetico dall’alto verso il basso. Quindi dal B2F, dedicato ai negozi dei sotterranei dei grandi magazzini, passando al B1F, il piano terra, visitando i chioschi delle stazioni della metropolitana e i distributori automatici più autentici, si arriva al 2F (Second Floor) dove troveremo la cucina regionale, il 3F è il piano delle contaminazioni, il 4F il piano della cucina casalinga fino all’ultimo piano, il 5F, dedicato al cibo fusion della Tokyo moderna. Bello, bello davvero. Un libro che trabocca amore stupore e ammirazione coltivato in anni di visite e studi di uno straniero per l’Universo Tokyo.
Due righe quindi sull’autore. Tim Anderson, oltre che essere ovviamente maniaco della cultura giapponese, è cuoco e proprietario del ristorante Nanna a Brixton (UK) e nel 2011 ha vinto l’edizione inglese di MasterChef.

TOKYO STORIES
Storie e ricette giapponesi
di Tim Anderson
pp. 256
EDT Edizioni

Lo compri qui.

(prometto che non te ne pentirai)

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >