Viaggi
di Simone Stefanini 17 Luglio 2018

Le 10 città italiane che fanno ingrassare (secondo la CNN)

Un giro d’Italia per chi ha deciso di non mettersi mai a dieta. MAI.

Quando gli americani ci vogliono insegnare come si mangia, ci viene un po’ da ridere. Pensate per esempio a come cucinano la pasta o alle quantità spropositate di junk food che servono comunemente nei loro piatti giganti.

La reporter Silvia Marchetti ha redatto un articolo per la CNN in cui segnala 9 luoghi in Italia, dai quali si esce inevitabilmente ingrassati. Noi, in realtà, diremmo semplicemente dove si mangia bene. Ne abbiamo aggiunto uno giusto per fare conto pari ma ce ne sarebbero migliaia di altri rimasti fuori. Vediamo un po’.

 

Randazzo, Sicilia

151111130107-3-randazzo-c-brioscia-con-t-exlarge-169 cnn - La granita siciliana

 

Siamo ai piedi dell’Etna, dove nasce la vera granita, che non è quella che siamo abituati a mangiare nei bar delle località di mare in continente. Leggenda vuole che i suoi abitanti l’abbiano inventata mischiando il succo di frutta con la neve che scendeva dal vulcano. La si può mangiare col cucchiaino nel bicchiere o, per farsi davvero male, dentro la brioscia col tuppo, (vedi foto). I locals hanno i loro rituali e usano la brioche come cucchiaio, per fare scarpetta. Un pranzo piuttosto equilibrato.

Se vi abbiamo fatto venir fame:  Pasticceria Musumeci, Piazza Santa Maria 5, Randazzo.

Caserta, Campania

151111130303-caserta-mozzarella-twisting-exlarge-169 cnn - La mozzarella di bufala

 

La CNN ci tiene a precisare che Caserta è il quartier generale della Camorra, così, per fare colore. Ok, però è anche la patria della mozzarella di bufala. Densa, bianca, dolce-amara, da cui esce il latte quando la mordi. È dal 12° secolo che esiste, l’hanno inventata i monaci e poi l’hanno tramandata alle generazioni successive. Più è grande, più è buona. Altro che cheddar.

Se vi abbiamo fatto venir fame:  Ristorante Le Colonne Marziale, Viale Dohuet 7, Caserta.

Ma che ne sanno

 

Norcia, Umbria

151111130755-nursia-donkey-balls-and-poc-exlarge-169 cnn - I salumi di Norcia

 

Più che a Norcia, se si visita l’Umbria si va obbligatoriamente a Perugia e Assisi (o Gubbio per vedere se c’è davvero Don Matteo, n.d.r.). Nonostante questo Norcia si difende bene, anche perché la sua fama è piuttosto nota. A Norcia fanno dei salumi che fanno piangere da quanto sono buoni. Maiale, cinghiale, non si butta via nulla. Aromatizzati col pepe o col tartufo, da impazzirci. Ci sono anche i coglioni di mulo, che purtroppo non sono veri e propri testicoli equini, ma salami tondeggianti con lardello di grasso di maiale. Accompagnato da un vinello rosso, è tutta salute.

Se vi abbiamo fatto venir fame: ogni salumeria di Norcia è buona.

 

Milano, Lombardia

151111130915-panettone-2--c-repanettone-exlarge-169 cnn - Il panettone

 

Che a Milano s’ingrassi, ci torna nuova. Eppure è segnata tra le città che rendono obesi per via del panettone. Tutti sapete di cosa stiamo parlando quindi evitiamo la didascalia. Occorre però ricordare agli americani che questo è un dolce tipico natalizio, non è che i milanesi quando escono per mangiare qualcosa a luglio, prendono la pasta e poi il panettone. In ogni caso, siamo nel periodo giusto, quindi approfittatene senza rimorsi. Diciamo che, in questo caso, una cotoletta alla milanese forse sarebbe stata più adatta.

Se vi abbiamo fatto venir fame: Pasticceria T’a Milano, via Clerici 1, Milano.

Tour gastronomico

Borgo di Carpiano, Umbria

151111130146-borgo-di-carpiano-isolated--exlarge-169 cnn - L’agriturismo

 

Apprendiamo che in questo agriturismo, ex villaggio fantasma, non si fa altro che mangiare e bere bene, meglio dei ristoranti Michelin. Prosciutto e formaggio, mostarde, miele e bruschette come antipasto o colazione e poi burrata, porcini fritti, carpaccio d’anatra, pasta al pesto e menta. Ok, è un agriturismo come tipo un milione di altri nel centro Italia, ma per curiosità una visita ce la faremo.

Se vi abbiamo fatto venir fame: Borgo di Carpiano, Gubbio, PG.

 

Orgosolo, Sardegna

151111130835-orgosolo-cortes-apertas-ham-exlarge-169 cnn - I salumi di Orgosolo

 

Orgosolo non è proprio il posto da VIP in Sardegna, lo sappiamo. Niente spiagge, ma monti impervi e pastori, che tradizionalmente non è che sono proprio al settimo cielo quando arrivano i turisti. In inverno però le cose cambiano, aprono le stalle e le taverne per Cortes Apertas, facendo gustare le specialità della zona ai visitatori. Porceddu, miele, formaggio e vino buono. Vale la pena spostarsi dal mare per fare una gitarella di quelle che fanno bene allo stomaco.

Se vi abbiamo fatto venir fame: Sa e’ Jana, via Catte 2, Orgosolo.

 

Matera, Basilicata

151111130420-matera-crusco-chillis-c-la--exlarge-169 cnn - Il peperoncino

 

Innanzitutto, la Basilicata esiste e se visitaste i Sassi di Matera, brucereste anche qualche caloria. Ma la cosa più deliziosa da quelle parti è il peperone di Senise, il peperoncino crusco, secco, croccante e dolce-amaro. Si mangiano a manciate, come i pop-corn. Quando si inizia, fermarsi è impossibile. Stanno benone anche sulla pasta e sul pane. Poi, camminate nelle grotte per smaltire.

Se vi abbiamo fatto venir fame: ristorante La Talpa, via Fiorentini 167, Matera

 

Vasto, Abruzzo

151111131126-vasto-brodetto--guazzetto-s-exlarge-169 cnn - ll brodetto

 

Siamo nella Costa dei Trabocchi, east coast of Italy. A Vasto le casette dei pescatori si sono trasformate in ristorantini in cui mangiare i pesci pescati di fresco e il brodetto alla vastese, cioè una zuppa con scorfano, trascina, testone, lucerna, pannocchia, seppia, triglia e tutti gli altri pesci di scoglio ai quali si aggiungono scampi, calamari, palombo e razza. Più pomodoro fresco, peperone dolce, peperoncino piccante, prezzemolo e aglio. Si sente il profumo fino qui.

Se vi abbiamo fatto venir fame:  ristorante De Marino, via Cavour, Vasto

Da Nord a Sud

 

Modica, Sicilia

151111130630-modica-rough-texture-chocol-exlarge-169 cnn - La cioccolata

 

Una parola sola: cioccolata. Da generazioni, a Modica si crea l’alimento più godurioso al mondo e, per chi non fosse tanto pratico di geografia, siamo piuttosto lontani dalla Svizzera. Tutto fatto a mano, nessun processo industriale, come facevano gli aztechi. Può essere profumata al pistacchio, alla vaniglia, al peperoncino, alla cannella e al bergamotto. Una vera delizia.

Se vi abbiamo fatto venir fame:  Caffè dell’Arte, C.so Umberto 114, Modica

 

Firenze, Toscana

La fiorentina tuscanypeople - La fiorentina

 

L’ultima, amici della CNN, la aggiungiamo noi. Perché non si può visitare l’Italia e le sue bellezze senza provare la vera bistecca alla fiorentina. Lombata di vitellone o scottona ci razza chianina, alta 3 dita, con l’osso a forma di T incorporato. Cotta fuori, quasi cruda dentro. Si prepara dai tempi dei Medici e si degusta con del buon Chianti. E lo sappiamo che in Texas non scherzate per niente su questi argomenti, ma qui si parla di altri campionati.

Se vi abbiamo fatto venir fame: ristorante La Spada, via della Spada 62r, Firenze

FONTE | CNN

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >