Come preparare le malpua le frittelle indiane al cardamomo
Ricette
di chiara dell'oro 13 Luglio 2022

Come preparare le malpua le frittelle indiane al cardamomo

Pancake e frittelle sono talmente buoni che esistono, seppur con diverse varianti, in tutte le cucine del mondo, persino quella indiana.
Mentre settimana fa vi abbiamo parlato dei moltissimi dolci che fanno parte della cucina indiana, oggi vogliamo approfondirne uno in particolare e spiegarvi come preparare le malpua, le frittelle indiane al cardamomo. Se amate spezie e frittelle, questo è il dolce che fa per voi, non ci sono dubbi.

 

Cosa sono le malpua

Nella cucina indiana i dolci sono tantissimi e vengono chiamati comunemente con il termine mithais.
Ciò che li contraddistingue dai dolci a cui siamo solitamente abituati è il loro sapore davvero particolare, poiché vengono profumati e speziati con cardamomo, zafferano, o altre spezie tipiche della cucina indiana, e poi inumiditi con sciroppo di zucchero o acqua di rose.

Come preparare le malpua le frittelle indiane al cardamomo

Tra tutti i mithais, gli indiani hanno un vero e proprio debole per le malpua, buonissime frittelle principalmente diffuse nel nord dell’India. Questo dolce viene preparato soprattutto durante feste e cerimonie importanti come l’Holi, la festa dei colori, e il Diwali, la festa delle luci.

La pastella delle malpua è composta da farina, zucchero e latte, ma gli ingredienti possono variare da regione a regione (in alcune versione per esempio si aggiungono le banane o i semi di finocchio) e all’impasto viene spesso aggiunto anche il cardamomo per esaltarne il sapore e il profumo.
Dopo essere stata fritta, la malpua viene immersa in uno sciroppo di zucchero e servita con il rabri, un latte condensato dolce che rende queste frittelle al profumo di cardamomo ancora più squisite. Esiste inoltre una versione più semplice (e salutare) del dolce, che non prevede l’utilizzo dello sciroppo di zucchero e che viene chiamata pua.

Se volete sapere come preparare le Malpua, le frittelle indiane al cardamomo, continuando a leggere questo articolo trovate il procedimento completo ispirato alla ricetta di Manali.

Come preparare le malpua le frittelle indiane al cardamomo

Come preparare le malpua le frittelle indiane al cardamomo

Aspetta, non avere fretta. Se vuoi ottenere delle malpua perfetti, ci sono dei segreti che devi assolutamente sapere:

1- una volta preparata la pastella, lasciala riposare per 15-30 minuti prima di iniziare a friggere

2- friggi la malpua a fuoco medio-basso

3- aggiungi aromi per speziare e rendere ancora più delizioso il dolce, per esempio cocco, cardamomo, finocchio o zafferano

4- Ricordati bene, una buona malpua deve avere bordi croccanti e centro morbido

5- Se vuoi che la tua malpua sia particolarmente morbida puoi aggiungere all’impasto una purea di banana o dello yogurt naturale

 

Ingredienti:

per lo sciroppo di zucchero:

200 grammi di zucchero bianco
180 ml d’acqua
4 cardamomi verdi da cui prelevare i baccelli
mezzo cucchiaino di zafferano
1 cucchiaino di succo di limone

 

per le frittelle:

130 gr di farina per dolci
50 gr di latte in polvere
25 di cocco rapè (facoltativo)
1 cucchiaino di semi di finocchio leggermente schiacciati (facoltativo)
1 cucchiaino di baccelli di cardamomo leggermente schiacciati (facoltativo)
1 cucchiaio di zucchero bianco semolato
un pizzico di sale
un pizzico il lievito
1,5 tazze di latte caldo + altro se necessario per fare una pastella densa e omogenea
olio e 2 cucchiai di ghee (facoltativo) per friggere
frutta secca e pistacchi per guarnire

 

Procedimento per preparare lo sciroppo di zucchero:

Mescola 1 tazza di zucchero insieme a 3/4 di tazza di acqua in una padella, poi aggiungi i baccelli di cardamomo tritati e lo zafferano.
Accendi il fuoco e cuoci a fuoco medio,
Lascia che lo zucchero si sciolga, ci vorranno circa 2-3 minuti, e poi aggiungi il succo di limone.
Lasciate cuocere lo sciroppo per altri 3 minuti circa, finché non diventa appiccicoso.
Togli la padella dal fuoco e metti da parte.

 

Procedimento per preparare le malpua

Metti in una ciotola capiente la farina, il latte in polvere e il cocco essiccato.
Unisci i semi di finocchio tritati, il cardamomo, lo zucchero, un pizzico di sale e un pizzico di lievito e mescola bene fino ad amalgamare tra di loro tutti gli ingredienti.
Aggiungi il latte caldo, poco alla volta, e sbatti con l’aiuto di una frusta fino a formare una pastella liscia. Mi raccomando, la pastella non deve presentare grumi e non deve essere troppo densa (se l’impasto ti sembra molto denso aggiungi altro latte per avere una consistenza più fluida). Lascia riposare la pastella per 15-30 minuti.

In una padella larga scalda a fuoco medio l’olio e il ghee (il burro chiarificato). Quando l’olio è bollente versa un mestolino pieno di pastella, lasciando che prenda una forma rotonda da sola.

Abbassa il fuoco a medio-basso e friggi la malpua fino a quando entrambi i lati non diventeranno dorati. Se l’olio non copre tutta la frittella, durante la frittura aiutati con una spatola e spruzza l’olio sul lato in superficie e poi capovolgi per uniformare la cottura.
Una volta che la malpua è cotta toglila con cura dall’olio e immergila nello sciroppo di zucchero preparato precedentemente (lo sciroppo di zucchero deve essere caldo, quindi se è freddo basta mettere la padella dello sciroppo a fuoco basso per scaldarlo leggermente).

Servi le malpua ancora calde su un piatto da portata, guarnendole con noci e pistacchi tritati.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >