La pasta al forno è il suo unico credo: intervista a Camihawke

Camihawke ci parla di una delle cose che ama fare di più: mangiare.

La conosciamo tutti come Camihawke, all’anagrafe Camilla Boniardi, classe 1990, una laurea in giurisprudenza, lunghi capelli rossi e un umorismo che raramente passa inosservato. E’ tra le figure femminili della stand up comedy che più ci piacciono, perché come dice lei “rimane sempre umile” e perché ha fatto dell’essere donna in tutti i suoi pro e i suoi contro una formula vincente, grazie anche alla forte autoironia che la caratterizza. Instagram (457 mila follower) e Facebook (344 mila follower) sono il mezzo con cui ogni giorno ci parla di ogni argomento possibile, dalle rece umili delle serie televisive, all’oroscopo dei segni zodiacali con l’Orscophawke, a pillole di vita quotidiana divisa sempre tra tanti impegni diversi. Conduce un programma radiofonico (Girl Solving) su Radio 2 ed è stata anche protagonista di una serie tv tutta al femminile su Fox Italia, Pink Different.

C’è un’altra cosa che però Camilla ama fare particolarmente (e di cui non ne ha mai fatto mistero): ed è mangiare (tanto). 

L’abbiamo intervistata e ci siamo fatti raccontare tricks culinari, food addictions e anche qualche ricetta.

Pasta al forno is the way

Evergreen: una cosa che hai mangiato, mangi e mangerai per sempre.

Allora in realtà ne ho due, come facciamo ? Ti faccio due versioni la versione magra e la versione grassa, entrambe valide, che sono presenti sempre. Da maggio a settembre a pranzo e a cena mangio sempre, tutti i giorni, senza pause, pomodori, feta, basilico con due friselle spaccate dentro insieme a olio, sale e aceto, ma in una quantità che non ti immagini, pari ad una vaschetta di pomodori, di quelle grandi e alte, una di quelle e a volte anche un pezzo di un’altra, con le frise, il formaggio e a volte anche con un po’ di glassa, e questa è la versione magra! E poi vabbè c’è sempre la versione grassa che è la pasta al forno, che quella è sempre presente.

Allora ti dico subito la ricetta, sono ziti lunghi spezzati in tre dopodiché sugo al pomodoro, di quello che va cotto almeno 3 o 4 ore, proprio la vera salsa, poi besciamella, mozzarella e parmigiano reggiano. Quindi prendi gli ziti, li cuoci, li togli quando sono parecchio al dente, quindi li tiri fuori praticamente ancora crudi, li metto in una grossa vasca, ci butti dentro il sugo, la mozzarella e la besciamella giri tutto, lasciando sempre un po’ di sugo e un po’ di besciamella a parte, metti tutto nella teglia e poi infine ultimo strato di sugo, parmigiano, mozzarella e besciamella, metti tutto in forno per 40 minuti… esce una cremeria!

Ricette: cavallo di battaglia una volta accesi i fornelli.

Allora io voglio rimanere umile e dirti che io credo di fare un’ottima salsa di pomodoro, che potrebbe sembrare banale ma in realtà non è vero un cazzo! Perché io quando vado a casa dai miei amici e mi dicono “we, ciao, ti faccio due spaghetti”, bene ok, poi li vedo che prendono la Mutti la buttano nella padella facendolo rosolare con l’aglio o la cipolla, tatatà, salti due minuti e in un attimo è pronta, vorrei prendergli la padella e lanciargliela fuori dalla finestra! Il mio sugo di pomodoro bolle almeno due ore, con pomodoro, cipolla, sedano, basilico e olio dop, assolutamente passata conserve della nonna, quella un po’ più densa per intenderci, un po’ di peperoncino… cioè raga top class! Anche con un po’ di latte, un po’ di zucchero o  bicarbonato di sodio per stemperare l’acidità, cioè ci sono tutti dei trick

Mangiare sempre arrendersi mai

5 sensi: il cibo che preferisci odorare/ il cibo che preferisci toccare/il cibo che preferisci guardare/ il cibo che preferisci gustare/ il suono la frase o la parola che preferisci del cibo.

OLFATTO: ti dirò, credo proprio il basilico

TATTO: i legumi

VISTA: le torte! La crostata di frutta è bellissima!

GUSTO: decisamente i pistacchi

UDITO: il fischio della pentola a pressione che usa sempre mio padre, che fa un’ottima insalata di cipolle, fagiolini e patate, quindi per me quel suono è un po’ “papà”.

Exotic: la cosa migliore che hai mangiato fuori dall’italia

Una cosa molto buona che mi piace è il dulce de leche, che si mangia solitamente nei paesi spagnoli o in sud America.

Tossicodipendenza: un junkfood, un cibo che sai che non ti fa bene ma che non riesci a smettere di comprare.

LE PRINGLES ALLA PAPRIKA, te lo dico subito! Per me sono devastanti, non riesco a smettere.

La prima cosa che mangi o bevi appena ti alzi la mattina/l’ultima prima di andare a letto.

La prima cosa senza dubbio è latte e cereali, assolutamente con latte vaccino (sorry vegan), e prima di andare a letto il ChaiTea, me lo faccio sempre prima di andare a dormire tanto io non ho problemi di insonnia, come mi metti dormo, quindi lo prendo sempre prima di andare a letto con il latte.

A o B

Spesa grossa o spesa piccola? Spesa grossa

Junk Food o healthy Food? Junk!

Pizza o Pasta? Pasta

Granita o Gelato? Gelato

Birra o Vino? Vino

Coca Cola o Pepsi? Coca Cola

Gin Tonic o Moscow Mule? Moscow Mule (in realtà non mi piacciono molto i super acolici ma questo drink non mi dispiace)

Dolce o Salato? Dolce

Frutta o Ammazzacaffè? Frutta

Senza olio di palma o con olio di palma? Per me è la cipolla (ride)! Cioè generalmente senza, ma non per l’olio di palma in sé, più che altro mi dispiace per le palme, il disboscamento…

Piccante sì o piccante no? Piccante assolutamente sì

Sushi o Ostriche? Sushi! (non sopporto le ostriche, le odio!)

Caffè o Ginseng? Caffè!

 

Abbiamo finito, liberi tutti!

Già finito? Nooo, ne avrei fatte ancora.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >