Food
di Marta Blumi Tripodi 20 aprile 2015

Se il caffè alla cacca di lemure non ti schifa, prova il tè alla saliva di rondine

Una squisitezza per il dopo pranzo…

royal

Una delle qualità di caffè più pregiate, si sa, è la Kopi Luwak, prodotta grazie agli zibetti, delle simpatiche bestioline che vivono sulle piante di caffè e si cibano delle sue bacche: quando le espellono con la cacca, parzialmente digerite, un omino le recupera e le trasforma in una pregiata tostatura dal gusto dolce e aromatico (pare, perché noi siamo un po’ schizzinosi e non lo abbiamo assaggiato). Una tazzina costa fino a 60 euro. Se per caso anche voi apprezzate questa piccola meraviglia della natura, può essere che abbiate interesse in un’altra bevanda altrettanto pregiata e rinomata: il tè alla saliva di rondine.

Della serie “forse non tutti sanno che”: i nidi di rondine asiatica sono una prelibatezza della cucina orientale, e questo per le qualità contenute nella saliva del simpatico uccellino, la cui casetta è – letteralmente – tenuta insieme col suo sputo. Tra i tanti benefici, accelera il processo di guarigione, fa bene alla pelle, aumenta la crescita, rinforza i capelli e i denti.  Qualcuno ha pensato di infondere questo concentrato di salute anche nel tè (anzi, nel white coffee, una via di mezzo tra le due bevande): si tratta della Royal Bird’s Nest, specializzata appunto nel commercio di nidi. Se vi facesse un po’ schifo l’idea di consumare codesta linfa vitale in forma di bevanda, è disponibile anche in formato di cioccolatino o di caramella gommosa, per una merenda ancora più ghiotta. Ma non economica: i nidi di rondine, infatti, sono la cibaria in assoluto più cara al mondo e si vendono a un prezzo all’ingrosso di 2500 dollari al chilo.

CORRELATI >