Polemica
di redazione 4 Febbraio 2019

La crema di Pan di Stelle è solo una Nutella travestita

Buona è buona ma non è proprio nulla di nuovo.

E’ stato il prodotto su cui si è creato più hype in assoluto negli ultimi mesi e da qualche settimana la crema di Pan di Stelle è stata finalmente posizionata sugli scaffali di (quasi) tutti i supermercati.

All’uscita della notizia ne avevamo parlato anche noi, perché, parliamoci chiaro, chi non vorrebbe mangiare su una fetta di pane una crema uguale ai famosi biscotti pieni di stelle zuccherine, che ci piace inzuppare nel latte ogni mattina dal 1983, anno della loro nascita?

Non solo, i biscotti Pan di Stelle sono tra i biscotti secchi più inflazionati nell’uso di torte e dessert, intinsi tra creme di panna e frutta fresca oppure sbriciolati nel fondo di un dolce al bicchiere; capite bene che l’annuncio di un biscotto tanto amato in formato crema spalmabile ha praticamente generato il panico.

Non ce l’aspettavamo

La crema di Pan di Stelle l’abbiamo comprata e l’abbiamo assaggiata anche noi, sul pane ai cereali ma anche a cucchiaiate una dopo l’altra, il risultato? Ci siamo rimasti malissimo. Una volta aperto il tappo tappezzato di stelle bianche, all’olfatto arriva tutto il concentrato di nocciole e cacao che già ci ricordano vagamente qualcosa, ma è la papilla gustativa a fare la prova del nove e dopo aver affondato ben bene il cucchiaio nel barattolo, guardandoci con stupore negli occhi, esclamiamo: “cazzo ma questa è Nutella!”. 

Sì, lo è, forse con qualche leggera diversa sfumatura ma è praticamente impercettibile, unico quid i pezzetti di biscotti che qua e là con un po’ di fortuna riesci a sgranocchiare sotto i denti, accentuando il sapore del cacao. Stessa cremosità, un colore leggermente più intenso, stessa consistenza, stesso allappo sul palato, una specie di cugino non troppo lontano della longeva Nutella.

Che sia buona non ci sono dubbi, sarebbe praticamente impossibile creare una crema al cioccolato che non piaccia a qualcuno (la durata del barattolo infatti è stata piuttosto esigua e ha visto la sua fine nel corso della giornata stessa), questo però non toglie la delusione del aver mangiato qualcosa che già conoscevamo da anni.

Pan di Stelle ci hai spezzato il cuore. 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >