Society
di Alessandro Minnino 15 Dicembre 2018

7 Gruppi Facebook utilissimi per gli appassionati di cibo

Se siete appassionati di cibo non potete non dare un occhio a questo gruppi Facebook.

Prima di internet, se avevi una passione alimentare insolita, eri considerato un tipo strano.

Oggi, qualunque sia la tua passione o la tua idiosincrasia alimentare, c’è un gruppo Facebook per te, dalle più comuni alle più assurde. Lì potrai trovare altri gastrofanatici e parlare con loro di ciò che ti sta più a cuore: che nome hai dato al tuo lievito madre, che marinatura scegli per le costine, quanto proteica è la tua dieta iperproteica. Cose così.

Ogni gruppo ha le sue regole, il suo linguaggio, il suo lider maximo. Ne ho scelti alcuni dei miei preferiti, certo che siano solo la punta dell’iceberg. Se ne conoscete altri, mandatemi i link!

“BB4All” è il raduno dei maschi alpha

BBQ4all (40.000 iscritti) è la madre di tutte le community alimentari italiane. Ovviamente si parla di barbecue, di tagli di carne, di cottura diretta e indiretta, di affumicatura. Gli adepti del gruppo adorano il fondatore, Gianfranco Lo Cascio, autorità indiscussa dei metodi di cottura della carne, il Salvatore Aranzulla del brisket. Ma non chiedetegli la ricetta per fare le costine: crede che le ricette non esistano.

È una community che fa scuola anche dal punto di vista commerciale. In pochi anni ha dato vita a una linea di carne venduta nella grande distribuzione e a diversi prodotti editoriali, tra libri e magazine. C’è anche la community business, dedicata a chi lavora nel settore della ristorazione. Le modalità di comunicazione di Lo Cascio sono da venditore digitale.

Ovviamente, se chiedete per l’ennesima volta come fare il pulled pork, verrete insultati e additati come “buca-salsicce”.

(se cercate dei gruppi più amichevoli, Semplicemente barbecue (3.000 iscritti) è come BBQ4all, ma leggermente meno talebano).

I nerd della bassa temperatura si trovano su “CBT – Cottura sottovuoto a bassa temperatura”

Tutti sappiamo cos’è il barbecue, ma la CBT è una nuova disciplina: si tratta di mettere il cibo sottovuoto e cuocerlo a bagnomaria, per ore, cercando di raggiungere livelli ultraterreni di morbidezza e sapore.

Si tratta di una cosa da nerd, che in questo caso si ritrovano sul gruppo CBT – Cottura sottovuoto a bassa temperatura (34.000 iscritti).

Qui troverete persone che cuociono una pancetta di maiale per 44 ore. In questo caso, a 68°.

Il Gran Maestro del gruppo è lo chef Marco Pirotta, tra i primi responsabili della diffusione della CBT in Italia, autore di tre libri tecnici sull’argomento. Non fatelo arrabbiare: come tutti i maestri è molto suscettibile.

La naturale estensione del gruppo CBT è l’organizzazione di corsi professionali per la cottura a bassa temperatura, le cosiddette “Master Class”.

Sul gruppo si sprecano le domande sulle combinazioni tra tempi e temperature (“a quanto cuoce il polpo? e la lonza?”), con conseguenti risposte perlopiù casuali.

Se volete creare un flame, chiedete “qual è la miglior macchina sottovuoto casalinga?”. È ovvio che non esiste, plebei, le macchine che costano meno di duemila euro non sono degne di essere nemmeno menzionate.

Oppure fate la carbonara sottovuoto: la carbonara in Italia fa sempre discutere tutti.

..  ..

Se siete fissati con la birra artigianale siete “Analfabeti della birra”

Con circa 30.000 iscritti Analfabeti della birra ospita infinite recensioni e lunghi dibattiti sulle birre artigianali, italiane e straniere.

Viene chiesto agli iscritti di commentare in modo strutturato le birre che provano, andando oltre il semplice “mi piace / non mi piace”.

 

Se volete proprio far impazzire tutti, dite che vi piace la Leffe.

 

“La confraternita della pizza” vi accoglierà, se distinguete la maturazione dalla lievitazione

La confraternita della pizza (50.000 iscritti) è la community per i nerd della pizza: quelli che fanno la pizza in casa, ma che vogliono ottenere risultati da pizzeria. Con il forno dell’ikea.

Se vi piace il lievito madre, avete l’imbarazzo della scelta

Sul lievito madre esistono infiniti gruppi. È un argomento trasversale che attira le mamme, le nonne e i giovani sperimentatori.

Ovviamente la base del gioco è dare un nome al vostro lievito.

Le due fazioni sono quella della pasta madre solida contro quella liquida, o Licoli.

Potete iniziare da Lievito madre, ma anche Lievitisti seriali (16.000), La pasta madre (50.000). Oppure La pasta madre liquida (Licoli) (21.000).

 

 

Recensione prodotti LIDL contiene esattamente quello che vi aspettate

Recensione prodotti LIDL (150.000 iscritti) ma anche Recensione prodotti MD (8.000 iscritti) sono fonti inesauribili di sorprese.

Magari volete dei consigli di utilizzo sui gamberi (vedi immagine) oppure semplicemente volete confrontarvi con gli altri sui prodotti a scaffale del LIDL, che – ho scoperto – cambiano continuamente, generando aspettativa tra i partecipanti al gruppo.

“Cucinare male” è l’opposto del foodporn

Tutti i “fail” alimentari finiscono su Cucinare male (55.000 iscritti).

In un mondo fatto di perfezione, sia nell’impiattamento che nella fotografia, Cucinare male ci mostra la realtà.

 

 

.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >