Chi c’è dietro la cucina dell’Home Festival?

Dietro un grande festival musicale c’è sempre anche una grande cucina, abbiamo fatto due chiacchiere con chi fa mangiare tutti gli artisti dell’Home Festival.

Daniele Cauduro è colui che abita la cucina di uno dei festival italiani più famosi degli ultimi anni: l’Home Festival di Treviso. Arrivato alla sua ottava edizione quest’anno vanta tra i suoi headliner Alt J, Caparezza, The Prodigy, I White Lies e molti altri ad animare due giornate di musica con una line up fittissima.

Noi ci abbiamo fatto due chiacchiere e ci siamo fatti raccontare cosa significa essere al timone di una cucina pronta a servire artisti di ogni parte del mondo e con culture alimentari diverse tra loro.

 Home Festival

Ciao Daniele? O dobbiamo chiamarti Danny o Papà Danny? Come sei finito ad essere un pioniere nella cucina dell’Home Festival?

Ciao Dailyfood! Sono Dan Chef dell’Home Rock Bar . I miei colleghi mi hanno dato il sopranome “Papi” perchè adotto tutti i giovani che vengono a lavorare all’Home, cercando di coinvolgerli al meglio nel nostro lavoro.

Sei mezzo italiano e mezzo canadese, porti qualcosa del Canada nella tua cucina?

Conduco una carriera da Chef da quando sono ventenne, a Toronto, Canada; dall’ 1986 sono in Italia e ho intrapreso la mia vita gastronomica aprendo nuovi locali in Veneto. Ho avuto l’opportunità di far parte ad un progetto importante e ambizioso qual è il mondo Home Festival tramite il titolare Amedeo Lombardi che in pochi anni e riuscito a fare dell’ HF uno dei festival più importanti al livello nazionale ed internazionale. Sono un italo canadese con una preparazione e organizzazione professionale a livello internazionale, però sono sincero e convinto che la base della cucina italiana non ha eguali nel mondo, così completa e genuina con prodotti e materie prime di alta cucina “top quality”.

Qual è la mole di lavoro che comporta un festival musicale? Quante persone vanno servite in 3 giorni di rassegna?

Nel mondo backstage diamo agli adetti ai lavori, tra main artist, tecnici e responsabili di settore, dai 500 ai 600 pasti; tutto questo dura 6 giorni.

 3 richieste assurde che ti sono state chieste in sette anni di Home Festival.

Piatti o richieste assurde non ne ho mai avute perchè le nostre proposte culinarie sono sempre state accettate da queste persone, per qualità e varietà abbiamo sempre cercato un approccio ed un feeling da Home, come “casa vera”,  ed è per questo che penso che vengano apprezzate.

 Home Festival

E’ tutto sex drugs and rock n’ roll o alla fine gli artisti chiedono verdure alla griglia e petto di pollo alla piastra?

Secondo me gli artisti cercano un momento di pace dei sensi e raccolta di energie straordinarie, per poi trasmettere il tutto sul palco, e noi personale del backstage siamo scelti per cercar di creare quell’ atmosfera giusta per far si che questo fenomeno si avveri.

Nel corso degli anni hai legato particolarmente con alcuni degli artisti che fanno tappa al festival?

Penso e spero  che un po’ tutte le persone che passano per il nostro backstage vengano coinvolte in modo positivo in quello che facciamo. Il backstage è il cuore pulsante del Home Festival e  deve essere di gran impatto. Sono 6 giorni di super concentrato, di sensazioni straordinarie, duro lavoro e situazioni emozionanti e mozzafiato.

Ci sarà qualcosa di particolare o di nuovo nel menù che proporrai in questa prossima edizione dell’Home?

Con  la nostra cucina cerchiamo di accontentare i loro  gusti culinari con abbondanza di frutta e verdura fresca, preparata a crudo e cotto in 4 modi diversi, piatti di carne e pesce fresco, tutto di giornata, preparato tutto in modo semplice e più salutare possibile con quel tocco essenziale Italian Style in tutti i piatti ! Cercherò sempre di aggiornare la nostra proposta culinaria per far si che sia appropriata alle nuove esigenze del futuro; però alla base penso che ci debba essere sempre quella sensazione di “Casa”.

 Home Festival

Amicizia tra chef: ci sono colleghi nel mondo della cucina a cui sei particolarmente legato?

Per me l’amicizia tra colleghi è indispensabile per un continuo confronto e scambio di idee,  per la qualità e la ricerca di proposte culinarie nuove e innovative, indispensabile per un futuro importante.

Le regole base per far funzionare al meglio una squadra in cucina.

Formazione professionale, organizzazione, comunicazione, rispetto e pulizia sono le mie basi per lavorare nel modo migliore. Per noi del settore ogni giorno è un esame di maturità e io ce la metto tutta ad essere promosso a pieni voti.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >