Fai da te
di Chiara Lauretani 22 Giugno 2018

Stay basic: prosciutto e melone

Tutti i buoni motivi per non perdere mai il vizio di mangiare prosciutto e melone nella stagione estiva.

Prosciutto e melone sono l’essenza della stagione estiva.

Sono il compromesso perfetto per la siesta pomeridiana, per una colazione in tarda mattinata sulla spiaggia, per rinvigorirsi dolo il bagno al tramonto, come aperitivo accompagnati da una Peroni 66cl con gli amici. Non esiste l’estate senza il prosciutto e melone (N.B: per gli amici veg diciamo che comunque non può esistere l’estate senza melone).

 Pixabay

Lo si può prepare ovunque, basta avere un coltello con cui tagliare a metà il melone, un cucchiaio con cui prelevare tutti i semi presenti al centro del frutto, e almeno un paio di etti di prosciutto crudo di Parma. Sì assolutamente quello di Parma, perché non si sa come mai, sarà quella sua sapidità perfetta a contrasto con la dolcezza del melone, o il colore rosso che lo contraddistingue merito del suo processo di stagionatura, fatto sta che nessun prosciutto ci sta bene sopra come quello parmigiano.

Succoso

E se il prosciutto contribuisce a dargli quel tocco in più, il melone è invece il protagonista, che con la sua innata freschezza e sopratutto il suo essere juicy, crea quella combo dolce- salato di cui è impossibile non essere dipendenti (almeno tra Giugno e Settembre). Il melone (quello CantaLupo è il più diffuso) è una pianta rampicante della famiglia delle Cucurbitaceae, che sforna questo frutto perfettamente rotondo e aranciato al suo interno che tra le sue prerogative principiali ha proprio quelle di rinfrescare il palato e di chiudere con un tocco zuccherato il proprio pasto; la sua stagione perfetta rientra nei mesi più caldi dell’anno, indicativamente tra Luglio e Settembre, più puntuale del tormentone estivo spagnolo di Alvaro Soler; i suoi valori nutrizionali lo rendono perfetto per affrontare la stagione estiva, composto per il 90% di acqua è ricco di vitamine e sopratutto di potassio, per 100 gr avrete un apporto calorico di circa 35 chilocalorie e oltre ad avere effetti dissetanti, è anche diuretico.

Aggiungerci il prosciutto di Parma è la ciliegina sulla torta: oltre ad essere riconosciuto come prodotto made in italy D.O.P il Parma vanta una stagionatura minima di 12 mesi, che permette a questa carne di avere un sapore molto intenso ma allo stesso tempo un contenuto calorico molto basso; l’unico conservante ammesso nella stagionatura di questo prosciutto è il sale, senza l’aggiunta di additivi non naturali come nitrati o nitriti.

Fa caldo

Il piatto dell’estate è servito, non dovete neanche scegliere se preferire dolce o salato perché prosciutto e melone ve li darà entrambi; fedele alleato non vi abbandonerà mai nella lunga estate torrida, che sia per soddisfare la vostra arsura dopo una partita a calcetto con gli amici sul bagnasciuga, o per saziare la vostra fame quando “avrei voglia di qualcosa di sfizioso che non mi appesantisca ma che mi rinfreschi”.

Make love, make prosciutto and melone. 

 Unsplash

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >