Polemica
di elena aceto 9 Gennaio 2019

Abbiamo mangiato la famosa Sacher Torte del Sacher Hotel e non è la più buona del mondo

Un nome una garanzia? In questo caso no.

Se il mondo potesse dividersi in due enormi fette di torte, diciamolo pure, l’intera popolazione globale si potrebbe facilmente raggruppare in “fetta fedelissimi Sacher” e  “fetta scettici Sacher”.

Perché ammettiamolo, non esiste nessuno a cui per davvero non piaccia la Sacher. Più che altro ci sono i diffidenti, i timorosi del troppo-dolce, i prevenuti verso la glassa. Ma un convinto repulsore della Sacher-Torte, non abita questo pianeta. Basta un assaggio della torta giusta, dove cacao, zucchero e marmellata sono perfettamente bilanciati e si fondono in una sublimazione di gusto insieme ad una morbida onda di panna, per convincere anche i più riluttanti.

Un nome una garanzia?

Peccato che quella del famigerato Sacher Hotel di Vienna, non sia LA torta per eccellenza.

Proprio così, con una frattura enorme nel cuore, dobbiamo ammetterlo: i 40 minuti di fila a -1, sotto una scrosciante pioggia e in totale mancanza di un qualsiasi oggetto coprente, causa ombrello che ci aveva abbandonato qualche istante prima, non sono valsi la pena.

Eppure, si pensava di andare sul sicuro con una simile istituzione. L’Hotel Sacher, infatti, è stato fondato niente di meno che dal primogenito del Signor Sacher, che ha regalato al mondo tale prelibatezza nel lontano 1832. Oltre ad essere un Hotel di extra lusso in cui personalità del calibro di Kennedy hanno più volte soggiornato, il Sacher Hotel di Vienna (insieme a quello di Strasburso, Bolzano e all’ufficiale Sacher Shop) è l’unico posto in cui si può assaggiare la presunta REAL AND UNIQUE SACHER, con tanto di sigillo in cioccolato che certifica la «Original Sacher Torte».

Qualcosa è andato storto però, almeno per noi.

Ma cosa?

Punto primo: la glassa.

Zuccheratura perfetta, ineccepibile, un primo posto vita natural durante in tutti gli annali delle glasse mondiali, però su, onestamente, sto centimetro e mezzo di altezza non sarà forse un pochino eccessivo? Ok, forse siamo noi gli stolti. Forse, abituati a dozzinali riproduzioni della divinissima, il nostro giudizio è offuscato dall’ignoranza. Forse una real glassa manco l’abbiamo mai vista, quindi sì, sulla glassa concediamo all’Hotel Sacher il beneficio del dubbio.

Tuttavia, sul punto secondo non saremo così morbidi. Il punto secondo è un fatto importante, non facilmente trascurabile e per nulla omettibile. Parliamo dell’impasto infatti e della sua relativa scioglievolezza.

Poco da fare, saremo brutali, ma l’impasto al Sacher Hotel era secco.

Decisamente no!

Due fette su due (e anche gli altri commensali intorno a noi non ci sembravano proprio così soddisfatti dei loro 8 euro appena spesi).

Che dire quindi, belli i lampadari di cristallo, la musica classica, le sedie in velluto rosso, belli i camerieri un pelo stressati e bella pure la fila e sti 8 euro a una fetta di torta, però noi ci aspettavamo un po’ di meglio dalla «Original Sacher Torte».

Il lato positivo? Appena usciti dall’Hotel avrete una voglia matta di assaggiare tutte le Sacher Austriache per stilare la vostra personale classifica.

E almeno su questo, a Vienna non rimarrete a bocca asciutta!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >