Bere
di Arduino Brillante 13 Febbraio 2019

Perché il vino è la soluzione a tutti i tuoi problemi

La risposta alla domanda potrebbe essere anche semplicemente “perché sì”.

Perché?

Perché il vino è la soluzione a tutti i tuoi problemi

La risposta alla domanda potrebbe essere anche semplicemente “perché sì”, ma cerchiamo comunque di approfondire un po’ il discorso. Gli astemi possono anche chiudere subito l’articolo, oppure decidere di leggerlo attentamente per cambiare idea (finalmente). A loro la scelta.

La verità è che il vino serve a tutti, indistintamente. Dagli antichi romani ai giorni nostri, questa bevanda risolve parecchi problemi e accompagna le giornate degli esseri umani a pranzo, a cena, qualche volta anche a colazione (aperitivo, dai). Se volete una rassegna esaustiva della storia degli effetti del vino (e degli altri alcolici), vi consigliamo la lettura di “Breve storia dell’ubriachezza” di Mark Forsyth. Se invece siete solo alla ricerca dell’ennesimo motivo buono per bere vino, eccone cinque:

1. Si perdono i freni inibitori
E si dimenticano momentaneamente i problemi, si diventa più simpatici e anche le altre persone diventano improvvisamente più simpatiche. Bere vino fa ridere, fa raccontare barzellette che da sobrio non ti saresti neanche ricordato.

2. I corsi da sommelier sono bellissimi
Un corso da sommelier è una delle cose più belle che potreste regalarvi. Ok anche farlo insieme al proprio partner, per gustare appieno il sapore di un determinato tipo di vino e scegliere il tuo (o il vostro) preferito. Grazie a un corso simile potreste anche bullarvi con gli amici e criticare i loro accostamenti cibo-vino.

3. La vinoteca è un posto bellissimo
E se non ne avete una vicino casa o non avete voglia di vestirvi bene e stare tutta la sera in giro, potete anche creare la vostra vinoteca personale recandovi prima al supermercato e acquistando i vini che più vi piacciono. A quel punto potreste anche trasformare il salotto in una vinoteca, per la gioia di tutti i vostri invitati.

4. Alcuni vini sono buoni da morire
Fare una lista completa sarebbe impossibile, ognuno ha il proprio vino di riferimento e citare qualche nome vorrebbe dire escluderne automaticamente degli altri. Bianco, rosso, di qualunque tipo, con le bolle, senza bolle, freddo, temperatura ambiente. Ne esistono tantissimi e alcuni di loro sono buoni da morire, ma non vi diremo quali per non screditare gli altri. Vi diciamo solo che adesso ne esiste anche uno blu.

I5. l vino è condivisione
Perché i calici di solito sono due. Perché il vino accompagna una serata galante o un’uscita con gli amici. Perché davanti a un bicchiere di vino i problemi si risolvono meglio. La bottiglia gira, come nel famoso gioco, il calice diventa improvvisamente mezzo pieno e tutto appare più leggero.

Meditate gente, meditate!

Bonus Moderazione

Consiglio finale: non esagerate. No, scherzi a parte, davvero: non esagerate. Il rischio principale è quello di sentirsi male oppure di farsi male. E bevendo troppo vino vi passerebbe la voglia di berne ancora. Scoprite con calma qual è il vostro limite e state attenti a non superarlo. Per il resto, cin cin.

CORRELATI >