Libri
di Stefano Disastro 4 Febbraio 2018

Salute, leggerezza e benessere nella nuova cucina del Grande Nord

La nuova cucina del Nord‘, ‘RAW: Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno‘ e ‘La Cucina Nordica‘ sono tre libri stupendi, che solo a vederli li sul tavolo ti mettono di buonumore. E ti portano via.

Sono 3 libri molto diversi tra loro, quasi agli opposti: ‘La Cucina Nordica’ è una sorta di bibbia esaustiva della cucina tradizionale scandinava, mentre ‘RAW’, sempre con gusto e ingredienti nordic, è un’essai tanto sperimentale quanto familiare sul crudismo e il vegetarianismo. In mezzo a questi due ipotetici poli si posiziona ‘La nuova cucina del Nord’, ovvero reinventare la tradizione senza nessun timore reverenziale, anzi. A partire dagli stessi dati ingredienti sperimentare e stravolgere tutto.
Tutti e tre hanno ovviamente questo fil rouge irresistibile che li lega: l’immaginario incontaminato del Grande Nord, un distillato concentrato di salutismo leggerezza e benessere.

Partiamo dall’inizio: cucinare è sexy e il cibo fa stare bene. Tutto il resto viene da sè: la curiosità, il benessere, la salute, il viaggiare coi sensi e con la mente, l’allegria, la varietà, l’energia psicofisica, etc etc etc. Come dire, basterebbe provare (a cucinare, a leggere libri di cucina) e si apre un Mondo: c’è vita oltre le lasagne della mamma o i pasti improbabili da studente fuori sede e fuori tempo massimo. È una rivoluzione copernicana, oltre che per il tuo corpo, anche per la tua testa. Come se fosse una pratica Zen o qualcosa del genere. Ti metti nello stato mentale di controllo di cosa mangi e perché, inizi ad eliminare naturalmente alcuni alimenti che sono tossici per l’organismo e ad introdurne altri che avevi fino a quel momento trascurato. I risultati sono sbalorditivi.

 

 

Ci sono libri di cucina che sono come libri di viaggio, ‘La Cucina Nordica‘ di Magnus Nilsson per esempio. Basta prenderlo in mano, questo librone di quasi 800 pagine, che si sente un brivido di freddo sulla pelle, con il fiato che fa condensa e le scarpe piene di fango e i nuvoloni che corrono bassi in cielo e distese di prati e terre brulle o foreste e il mare e casette di legno colorate con i tetti a punta e quella luce cristallina che fa così bene agli occhi (e al cuore).

Si sfogliano, le 800 pagine di questo librone, e, ricetta dopo ricetta, fotografia dopo fotografia, ti immagini in qualche fiordo a raccogliere bacche o a pescare salmoni che poi la sera cucinerai in una cucina semplice e calorosa mentre fuori le stelle brillano così forte da farti pensare che l’elettricità è un inganno e che poi mica serve, l’elettricità, a coltivare l’orto, a far crescere e cucinare verdure frutti animali, quello che serve sono acqua sole terra fuoco aria, ovvero la Natura e i suoi elementi. E allora sorridi e ti immagini che vita diversa sarebbe a vivere lassù, a contatto diretto con una natura ostile e maestosa, a vivere il passaggio delle stagioni etc etc etc. Tutti questi pensieri solo con un libro, anzi due.

 

 

Perchè a ‘La Cucina Nordica’ fa idealmente il paio, in maniera ancora più radicale, ‘RAW: Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno’. Ovvero un libro bellissimo che toglie decenni di sfiga dai concetti di macrobiotica, crudismo, veg e tutte quelle cose lì. E le rende finalmente sexy. La chiave di volta sta tutto in quel ‘moderno’ nel titolo. ‘RAW: Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno’ è come se le ‘Lezioni Americane’ di Calvino fossero un libro di cucina. Leggerezza – Rapidità – Esattezza – Visibilità – Molteplicità – Coerenza applicate al cibo. Il tutto in una veste grafica essenziale, proprio come le ricette, che non hanno nessun trattamento superfluo, nessuna pesantezza ne di forma ne di sostanza. Ci siamo capiti.

Scritto da Solla Eiriksdottir, chef del Glò di Reykiavik, ‘RAW: Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno’ fa parte di quella categoria di libri fortunati che ti fanno sentire meglio solo a sfogliarli.
La cosa pazzesca è che le ricette di ‘RAW’ sono semplicissime, l’unica complicazione (oltre ad avere materie prime sempre fresche & bio) potrebbe essere recuperare alcuni ingredienti o spezie, diciamo così, non abituali nella nostra dieta, ma anche questo fa parte del gioco e del divertimento e della scoperta.

 

La nuova cucina del Nord, infine, è il libro che consiglierei a chi già è appassionato di cucina e già si diletta ai fornelli. Le ricette sono davvero stimolanti e se volete far colpo su un’ospite particolare o su un gruppo di amici esigenti (non ho scritto la parolaccia ‘foodies‘) questo è decisamente il libro che fa per voi. Attenzione, non sto dicendo che è un libro esclusivamente per i pro della cucina (io non lo sono affatto), ci sono anche un sacco di ricette molto facili, però il suo bello (oltre che una veste grafica perfetta) sta proprio in quelle ricette insolite e inusuali che ti portanovia. Molto utile anche la parte finale con le eventuali alternative italiche agli a volte introvabili ingredienti tipicamente nordici. Detto questo, mi sembra sia abbastanza chiaro che se vi interessate per qualsiasi motivo di cibo e cucina, o volete iniziare, questo è un libro da avere assolutamente (e da regalare) .

 

A chiudere:

Non saprei come dirlo meglio se non che è un po’ di tempo che mi fa stare bene andare al mercato a fare la spesa e cucinare e questi libri arrivano guardaunpo’ con il solito tempismo perfetto che ha la vita per dirti che vabene. Che quello che mangi è (anche) quello che sei. Quindi coraggio, metti i Sigur Ros su Spotify, alza il volume delle casse, inizia a sfogliare ‘La nuova cucina del Nord‘, ‘La Cucina Nordica‘ e ‘RAW‘, scegli una ricetta a caso, inizia a cucinare e pensati altrove.
È fatta.

 

‘La Cucina Nordica’

di Magnus Nilsson
768 pagine
Editore: L’Ippocampo

Compra | su Amazon

 

 

‘RAW: Ricette per uno stile di vita vegetariano moderno’

di Solla Eiriksdottir
240 pagine
Editore: L’Ippocampo

Compra | su Amazon

 

 

‘La nuova cucina del Nord’

di Simon Bajada
260 pagine
Editore: Guido Tommasi Editore

Compra | su Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >