Polemica
di redazione 13 Dicembre 2018

Abbiamo visto con i nostri occhi uno dei panini più brutti del mondo

L’arte del panino è una cosa sacra.

Qualche sera fa abbiamo assistito ad uno scempio del mondo della cucina.

Sembrava una normale serata, fino a quando non ci si è presentato sotto gli occhi l’orrore del mondo della panineria; questa creazione è ben più terribile di quello che sembra, poiché non è nata a causa di un maldestro e frettoloso svuota frigo ma da una ricerca parsimoniosa degli ingredienti da inserire in mezzo a due fette di pane. Non importa se si era di fretta, o se non si sapeva bene di che cose si aveva voglia, non è giustificabile neanche la stanchezza da fine giornata lavorativa. Non lo accettiamo. 

Orrore

In una fredda sera di inverno sul nostro tavolino si è presentata questa pallida baguette abnorme riempita in maniera disuniforme da fesa di tacchino, una confezione di carote baby, cotte al vapore dell’Esselunga e una pioggia di olio extra vergine di oliva. Uno scempio, insulto gratuito alla tradizione gourmet del mondo dei panini prêt-à-porter. 

Dopo le schiscette brutte in ufficio si apre ufficialmente un nuovo capitolo degli orrori. 

Sgomento

 

Soluzioni

Per evitare che questo tremendo virus si dilaghi in maniera incontrollata vi diamo qualche alternativa facile, sana e veloce per gustarvi al meglio il vostro panino dell’ultimo minuto.

  • Salmone affumicato, zucchine croccanti e salsa yogurt: gustosissimo e sopratutto sano vi basta avere del salmone affumicato in frigo, una zucchina da poter grattugiare e salsa yogurt (anche di quelle per insalate) che potete anche farvi direttamente a casa. Nordici con gusto.
  • Prosciutto crudo, fichi e crescenza: la verve gliela da tutta il fico; basta sbucciarlo e spalmarlo sul pane che è subito poesia.
  • Gorgonzola pere e noci: un grande classico intramontabile che non delude mai.
  • Melanzane grigliate, philadelphia e mandorle tostate: non necessita di ulteriori spiegazioni, verdure accompagnate dalla cremosità della crescenza e il lato crunch delle mandorle.

 

Preserva l’arte del panino. E’ una cosa importante 

 

 

CORRELATI >