Come cucinare i flapjacks
Ricette
di chiara dell'oro 4 Aprile 2022

Come cucinare i flapjacks

Quante volte hai cercato un dolce che fosse salutare e leggero ma allo stesso tempo anche buono? Hai ragione, spesso le due cose difficilmente possono coesistono, ma se ti dicessimo che, curiosando tra le ricette della cucina inglese, abbiamo trovato una soluzione? Te la raccontiamo in questo articolo in cui ti spieghiamo come cucinare i flapjacks, le barrette d’avena inglesi

 

Cosa sono i flapjacks, le barrette d’avena inglesi

In America e Canada flapjack è il secondo nome con cui vengono chiamati i pancakes, ma in Inghilterra e Irlanda sono tutta un’altra cosa: delle buonissime barrette a base di fiocchi d’avena e frutta secca. Sono perfetti per colazione, merenda o per uno spuntino veloce quando si è fuori casa.

L’aspetto dei flapjack è molto simile a dei brownies, ma sono decisamente più salutari e soprattutto più semplici e veloci da preparare. 

Come cucinare i flapjacks

Ciò che ti serve per questa ricetta sono solo fiocchi d’avena, un po’ di burro e della frutta secca. Se vuoi arricchire le tue barrette, sentiti libero di aggiungere anche altri ingredienti a tua scelta come per esempio delle gocce di cioccolato o della frutta disidratata.

 

Come cucinare i flapjacks, le barrette d’avena inglesi

Ingredienti:

400 g di fiocchi d’avena di media grandezza

200 g di burro

150 g di zucchero di canna

3 cucchiai di miele millefiori

50 g di noci, uvetta, zenzero, gocce di cioccolato o cocco essiccato

Come cucinare i flapjacks

Procedimento:

Preriscalda il forno a 180°C ventilato e ungi una teglia dalla forma rettangolare

Metti il burro, lo zucchero e il miele in una casseruola e scalda a fuoco medio mescolando di tanto in tanto, fino a quando il burro e lo zucchero non si saranno sciolti. Mi raccomando, il composto non deve bollire.

Aggiungi al composto l’avena e le noci, la frutta, lo zenzero o il cocco e mescola bene fino a ottenere un composto omogeneo.

Trasferisci il composto di avena nella teglia e stendilo con uno spessore di circa 2 cm (aiutati con il dorso di un cucchiaio per lisciare bene la superficie).

Cuoci in forno per 15-20 minuti.

Fai molta attenzione ai tempi di cottura e alla temperatura del forno: i flapjacks non devono assolutamente bruciarsi  attorno ai bordi. Per fare in modo che questo non accada, quando i bordi iniziano a colorarsi, riduci leggermente la temperatura del forno a 160° e cuoci per altri 5 minuti per ottenere una cottura uniforme.

Una volta che i flapjacks sono ancora pronti, tagliali a quadratini (o barrette) quando ancora sono caldi e poi lasciali raffreddare nello stampo.

La ricetta che trovi in questo articoli è solo la ricetta base, se vuoi provare a cucinare anche altri tipi di flapjacks, qui trovi moltissime ricette con cui poter sperimentare!

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >