Ricette
di Chiara Lauretani 10 Maggio 2018

Tutti i modi in cui NON si cucina lo zenzero

Zenzero avevamo pensato di conoscerti bene, e invece ci sbagliavamo.

Non ricordiamo di preciso quando lo zenzero sia esploso sulle nostre tavole, fatto sta che una volta arrivato, e una volta capito come usarlo, non lo abbiamo mai abbandonato.

Alleato fedele nella nostra quotidianità lo zenzero è una pianta erbacea (Zingiber officinale) che ha origini orientali e che viene utilizzato prettamente per scopi culinari e lenitivi. Sì perché oltre a dare un sapore piccante e allo tempo freschissimo ai nostri piatti, può essere utilizzato per il mal d’auto (masticandone un pezzettino), o per ripulirsi la bocca tra una portata e l’altra, o come infuso in tisane calde depurative e antinfiammatorie, stando sempre attenti a non esagerare troppo con le dosi, altrimenti gastrite garantita.

zenzero sia per il dolce che per il salato unsplash - zenzero sia per il dolce che per il salato

Nonostante se ne siano lette di ogni, ci si sia documentati in tutti i modi a tal punto da farlo entrare di diritto nella nostra tanto amata e bilanciata dieta mediterranea, pare proprio che gli errori che commentiamo nei confronti del povero zenzero siano parecchi, e neanche troppo scontati.

Ma non temete, siamo qua apposta e ve li mettiamo tutti facili facili, nero su bianco.

Grattugiarlo su materiali d’acciaio

Sì ok lo ammettiamo, è capitato anche a noi di prendere un pezzetto di zenzero e grattugiarlo con lo stesso strumento con cui grattiamo il parmigiano sulla pasta, ecco, abbiamo sempre sbagliato. L’acciaio è infatti il materiale peggiore dove poter sfregare il nostro povero zenzero perché oltre ad essere difficoltoso se ne spreca anche moltissimo. La soluzione ideale è una grattugia di porcellana oppure un qualche macchinario robotico da cucina in alternativa. No porcelain no party!

Pelarlo con il coltello

Ahi ahi ahi! Dai, qui siamo davvero tutti colpevoli, scagli la prima pietra chi è senza peccato! Lo zenzero non si taglia con il coltello, oltre a sprecarne una quantità assurda, se ne perde anche l’essenza; meglio usare un cucchiaio, con cui la buccia scivolerà via senza problemi , levando (effettivamente) solo lo strato che avvolge la radice.

Lasciarsi sfuggire il preziosissimo succo

Grattugiarlo può essere insidioso, tagliarlo pure (vista la sua componente filamentosa), una cosa che non tutti sanno è che sarebbe tutto molto più facile estraendone direttamente solo il succo, con un procedimento molto semplice: grattugiatelo, mettetelo dentro un panno pulito, munitevi di una ciotola dove far defluire il succo, strizzate fortissimo e ne avrete a bizzeffe. N.B: il succo dello zenzero , essendo il suo concentrato, è molto forte quindi ne basteranno poche gocce per insaporire tutti i vostri piatti (dolci o salati che siano).

Usarlo troppo

Ve lo abbiamo detto anche prima, lo zenzero è un alleato perfetto per il nostro organismo, una “medicina” naturale, ma attenti, il troppo stroppia sempre, quindi non abusatene, moderatevi sempre a massimo 3-4 grammi al giorno se secco e di 10-15 grammi se si tratta di prodotto fresco. Introdurlo in maniera troppo prepotente nelle nostre abitudini alimentari può causarci disagi fisici non piacevoli.

 unsplash

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >