Agriturismo Solasna: piedi nell’orto e testa tra le nuvole

In vista di un turismo lento e di prossimità, vogliamo raccontarvi l’esperienza a 360° dell’agriturismo nella Val di Sole.

Ad agosto 2020, avendo come base Madonna di Campiglio, decidiamo di partire con l’aria frizzantina del mattino ad alta quota alla volta della Val di Sole. La piccola frazione dove ci troviamo si chiamava originariamente San Giacomo. La leggenda narra che, nel Medioevo, gli abitanti del paese, a causa di una tremenda epidemia di peste, dovettero fuggire e molti morirono, la frazione si svuotò e rimase “sol n’asena”, solo un’asina. Da lì ecco la storpiatura dell’espressione dialettale che ha fatto sì che si ribattezzasse il paese “Solasna” in onore dell’unica creatura rimasta. Le donne del Solasna, come in tante altre realtà, sono esempio di imprenditoria, attaccamento alla tradizione, sensibilità e accoglienza sempre con il sorriso. La struttura della nostra meta risulta nascosta dal verde acceso della natura estiva, un tavolo vista orto all’aria aperta ci sta aspettando!

Il menù è semplice, ha pochi piatti che contengono prodotti, letteralmente, a metro 0: animali, frutta e ortaggi sono proprio vicino ai tavoli, quasi a portata di mano! Al Solasna alcuni valori sono ben solidi: hanno un anima green, seguono la natura e scelgono prodotti di stagione che arrivano direttamente dalla loro azienda, rispettano le esigenze alimentari di tutti e amano sperimentare. Ok, abbiamo fame quindi andiamo al sodo e ordiniamo, e chi siamo noi per non cominciare con i famosi tortei di patate? Tipiche frittelle trentine accompagnate dai salumi homemade, formaggi di malga e verdure dell’orto. Il tagliere è generoso, ma non siamo venuti qui per mangiare solo un antipasto…

Mise en place semplice, tavoli distanziati nel rispetto delle nuove regole e sopra le nostre teste una mensola con i liquori fatti in casa in giare di vetro. Proseguiamo quindi con due primi che più tipici non si può: spaztle di bieta con pancetta e salvia e tagliatelle di grano saraceno con cavolo verza e formaggi (sí, sono praticamente i pizzoccheri tipici della Valtellina ma arriviamo da 4 giorni di canederli in tutti i modi e volevamo variare).

Come ben noto era dall’antipasto che studiavo i dessert. Punto la torta al latte caldo di capra, un piatto forte dell’agriturismo e quando Nicoletta ci chiede che dolci vogliamo io vado dritta al punto ma, purtroppo, sempre seguendo le materie prime disponibili e stagionalità, è un dolce che preparano solo al mattino per le colazioni e con il latte munto delle capre. Optiamo allora per mousse al sambuco e torta al grano saraceno con mirtilli rossi, il tutto innaffiato da caffe bollente della moka e due assaggi dei liquori della casa: miele e mirtilli.

Prima ho parlato di colazione perché all’agriturismo Solasna sono disponibili camere e appartamenti dove poter riposare, sfruttare una cucina comune oppure lasciarsi coccolare svegliandosi al mattino e mangiando la famosa torta al latte caldo di capra…. Ok la smetto, dovrò tornare per assaggiarla! Al Solasna non ci si annoia, si può passeggiare dopo pranzo sorseggiando i loro liquori, acquistare i loro prodotti, dormire, esplorare, visitare e seguire il progetto delle fattorie didattiche se decidete di venire con i bambini. Il contatto con gli animali e la natura rendono questo agriturismo un luogo unico per staccare la spina e godersi al meglio la Val di Sole.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >