NASTURZIO, un’esperienza unica in Val Seriana

Tra tradizione bergamasca e reminescenze brasiliane, Nasturzio è un fiore sudamericano ai piedi della Alpi Orobiche.

Nasturzio è un ristorante che nasce nel 2017 dall’idea di 3 giovani chef che, dopo aver girato il mondo, decidono di tornare alle origini per condividere la loro idea di cucina “tradizionale” nel locale ricavato dagli antichi spazi del complesso carmelitano di via Ripa ad Albino, un paesino nel centro di una valle ricca di natura e tradizioni forti come le persone che la abitano, a volte un po’ chiuse ma molto orgogliose della propria storia.

Nasturzio è arredato in maniera minimal, il pezzo forte del complesso è la terrazza che si affaccia sulla vallata, i piatti sembrano rispecchiare la compostezza della location, con una particolare attenzione verso l’estetica, ma sempre tenendo i piedi per terra con elegante savoir faire culinario. A volte le parole “tradizione e innovazione” vengono abusate e diventano stucchevoli. Non è questo il caso, da Nasturzio infatti troverete la vera tradizione perfettamente rielaborata secondo l’estro degli chef. I dettagli sono importanti e curati, un esempio sono i lievitati preparati da Jhonny. Pane e focaccia ancora caldi e serviti con del burro alla nocciola.

Apriamo le danze con due primi: gli gnocchetti di polenta con ragù di cervo ma soprattutto gli scarpinoch con spuma di burro, il mio piatto preferito. Gli scarpinoch (leggere “ch” con “c” dolce) sono simili ai famosi cansoncelli bergamaschi ma tipici del paesino di Parre, un borgo nei pressi di Albino. Si servono rigorosamente con formaggio (tanto formaggio) e burro (tanto burro). I ragazzi di Nasturzio hanno letteralmente portato in tavola la tradizione bergamasca servendo i ravioli in un mattarello scavato accompagnati con spuma al burro e salvia fritta.

Dopo esserci sgranati gli occhi alla vista del mattarello,  proseguiamo con i secondi. Ode al piccione rosè nella sua terrina con polenta croccante e chutney di albicocche, la carne è così tenera da sciogliersi in bocca, e alla morbidissima e delicata bavetta affumicata (in realtà proposta tra gli antipasti) con manioca e finto kethup. In un piatto solo abbiamo fatto un mini viaggio in Brasile!

E poi i dolci. Possiamo definirli piccole opere d’arte? Sì possiamo. Mai nauseabondi, sempre ricercati, studiati e sperimentati. Proviamo il riso al latte tipico della bergamasca elaborato con caramello e cioccolato bianco e la pesca cristallizzata nello zucchero degna del lavoro di una Murrina. Superlativi.

Qualche informazione utile: in settimana vengono creati dei menù di lavoro (considerando le numerose industrie e fabbriche nei dintorni), quindi se avete un pranzo di lavoro o qualche cliente in visita, Nasturzio è la scelta giusta per un’ottima figura al giusto prezzo(potrete scegliere menù da 13-17-23 euro). La pandemia ha cambiato le vite di tutti ma i ragazzi dello staff non hanno mai smesso di studiare e hanno cominciato a produrre colombe e panettoni artigianali, lo so che è un po’ presto per parlare delle festività, ma poi non dite che non vi avevo avvertito. Per finire, vi consigliamo di prendervi il vostro tempo, i piatti di Nasturzio richiedono dedizione, nella preprazione e nella degustazione, non abbiate premura. Noi, ad esempio, abbiamo deciso che, vista la varietà del menù e la loro stagionalità, torneremo sicuramente in inverno.

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >