Ricetta per una pizza alta e soffice senza impastare
Ricette
di chiara dell'oro 14 Febbraio 2022

Ricetta per una pizza alta e soffice senza impastare

Tra i cibi italiani più amati nel mondo, la pizza detiene da sempre il primo posto. Trovare la giusta ricetta è un’impresa, ma oggi vi proponiamo la ricetta per preparare una pizza alta e soffice senza impastare.

La ricetta che vi proponiamo è di Alessandro Servidio e sfrutta la tecnica no knead: non c’è bisogno di impastare, la pizza è pronta in circa 5 ore ed è fantastica.

 

Quando si prepara la pizza, la fase di condimento è la più semplice, quella che spaventa sempre un po’ meno, alla fine sono tutti bravi a farlo, persino le persone con una scarsa dote culinaria. La vera difficoltà, l’ostacolo che blocca chiunque voglia approcciarsi alla preparazione del piatto più famoso del mondo, sta nel trovare la giusta ricetta per l’impasto. Mescolare lievito, farina e acqua non è così banale come sembra, per non parlare poi del processo di lievitazione, quanto deve durare?

Qual è la giusta ricetta per una pizza alta e soffice senza impastare? Esistono infinite tipologie, infinite varianti, infinite tecniche, infinite scuole di pensiero. Ciò che conta è non demoralizzarsi, ma continuare a cercare, per trovare la ricetta più adatta ai propri gusti. Noi abbiamo provato la ricetta di Alessandro Servidio, che sfrutta la tecnica no knead e il risultato è stato fenomenale: non si deve impastare, non si usa il mattarello e si ottiene una pizza alta e soffice che ci ha ricordato le migliori pizze mangiate a Napoli. Se volete provare a prepararla, in questo articolo vi abbiamo riportato la ricetta completa.

Ricetta per una pizza alta e soffice senza impastare

Prima di iniziare a cucinarla assicuratevi di avere a disposizione almeno mezza giornata, questo impasto richiede molto tempo e molta attenzione, ma vale tutto lo “sbattimento” della preparazione. La pizza è fragrante, leggera e soprattutto buonissima!

 

Ricetta per preparare una pizza alta e soffice

Ingredienti per 2 pizze:

500 g di farina 00

350 ml di acqua

6 g di lievito di birra

12 gr di sale

3 cucchiai di olio

 

Procedimento:

Mettete l’acqua a temperatura ambiente in una bacinella e sciogliete il lievito. Una volta sciolto il lievito di birra aggiungete l’olio e la farina. Prendete un cucchiaio e amalgamate bene gli ingredienti. Mettete il sale e continuate a mescolare.

 

Inizia ora la prima fase di lievitazione che dura 45 minuti e permette di realizzare l’impasto senza fatica, l’impasto non viene manipolato e si forma grazie a precisi tempi di riposo. Questa fase è divisa in altrettante 3 fasi di 15 minuti:

1- Lasciate l’impasto per 15 minuti nella bacinella. Trascorso il tempo indicato, con l’aiuto del cucchiaio trasportate l’impasto sul piano di lavoro (precedentemente sporcato con un pizzico di farina) e fate un paio di pieghe portando delicatamente le estremità dell’impasto alle estremità opposte. Coprite l’impasto con la ciotola, tenendo la parte liscia verso l’alto. Lasciate riposare per altri 15 minuti

2- L’impasto sarà più gonfio, liscio e sodo. Fate altre pieghe, sempre delicatamente, cercando di dare una forma arrotondata all’impasto. Ricoprite con la ciotola e aspettate altri 15 minuti.

3- Fate nuovamente altre pieghe per completare l’impasto. Mettete un filo d’olio in una bacinella pulita, adagiate l’impasto all’interno e versate un altro filo d’olio. Coprite con una pellicola facendo in modo che aderisca perfettamente all’impasto, senza lasciar passare l’aria.
Lasciate riposare l’impasto che dovrà lievitare fino a raddoppiare. Dovrete aspettare circa 2 ore.

 

Trascorse le 2 ore l’impasto dovrà essere raddoppiato. Spolverate la farina sul piano di lavoro, riponete l’impasto e dividetelo in 2 parti con una spatola o un coltello. Prendete una prima metà e formate una pallina utilizzando sempre la tecnica delle pieghe. Assicuratevi di chiuderla bene sul fondo pinzando l’impasto con le mani. Prendete un contenitore (o una bacinella), ungetelo con dell’olio e riponete la vostra pallina, ungete la superficie dell’impasto e chiudete il contenitore, con un coperchio o sempre con la pellicola trasparente.

Fate lo stesso procedimento con l’altra metà dell’impasto.

 

Lasciate a riposo i 2 panetti fino a quando non avranno raddoppiato il loro volume e nel frattempo scaldate il forno a 250°.

Prendete un panetto, spolverate con la farina il piano di lavoro e adagiate l’impasto. Spolverate la superficie del panetto con dell’altra farina e poi giratelo.

Date la forma della pizza aiutandovi con le dita: date dei colpetti cercando di trattenere il più possibile l’aria (racchiusa nelle bolle di impasto) al centro. Prendete la teglia, ungetela per bene con dell’olio e inserite la pizza nella teglia, completando l’operazione di stesura. Il segreto è non rompere l’impasto e le bolle d’aria che si formano mentre lo si schiaccia con le dita. Sono proprio queste che permettono alla pizza di rimanere soffice e alta.

Spalmate il pomodoro e poi infornate per 12 minuti. Aggiungete la mozzarella e un filo d’olio. Rimettete la pizza nel forno per 2 minuti e finalmente potrete gustarla.

Ricetta per una pizza alta e soffice senza impastare

Una volta pronto l’impasto potrete farcirlo come volete, lasciate correre liberamente la vostra fantasia oppure optate per una classica, ma sempre buona, pizza margherita. Qualsiasi condimento sceglierete, la pizza sarà squisita: alta, morbida, soffice e leggera, non vi farà pentire di non essere andati al ristorante.

 

Se ami la cucina tradizionale italiana ti consigliamo di leggere questo articolo dedicato alla pasta carbonara

 

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

"La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >